Amiche da morire

Su una calda e un po’ antica isola siciliana, tre donne si detestano. Gilda, Olivia e Crocetta sono infatti molto diverse tra loro: la prima gioca con la sua bellezza e si mantiene facendo la escort, la seconda è la principessina del paese, ingenua, elegante e devota al bel marito e l’ultima è il brutto anatroccolo, mammona, mal vestita e additata da tutti come portaiella. Dovranno unirsi quando, dopo aver scoperto le vere intenzioni del marito di Olivia e aver commesso “per sbaglio” un omicidio, il commissario Nico Malachia inizierà a sospettare di loro…
.
.
.
.
.
.
.
.

Anno: 2013
Regia: Giorgia Farina
Soggetto e sceneggiatura: Fabio Bonifacci e Giorgia Farina
Con: Claudia Gerini, Cristiana Capotondi, Sabrina Impacciatore, Vinicio Marchioni
Produzione: Andrea Leone Films e Rai Cinema
.
.
.

Frasi dal film

.

Donne in carcere

Olivia: “Io in carcere non ci posso andare, ci sono i bagni in comune”

Madrine del sud

Crocetta: “Vedi Olivia? A te il vestito da madrina non s’adatta. Sei troppo alta”

Olivia: Che scusa, è un difetto?”

Crocetta: Se fai la madrina alle sfilate di Milano, no. Ma la donna del sud è modesta: ti guarda dal basso in alto, no dall’alto in basso”

Donne con la pistola

Gilda: “Ma ti fai la maschera alle 4 di notte?”

Olivia: “Ho notato che sparare mi secca la pelle”

Test anti-corna

Gilda: “Facciamo il test anticorna: fa un lavoro senza orari ed è spesso fuori casa?”

Olivia: “Sì”

Gilda: “Ecco, cominciamo proprio male”

Strane amicizie

Nico Malachìa: “Se siete così amiche, perché nessuno in paese lo sa? Cos’è questo, l’unico paese in cui la gente si fa i cazzi suoi?”

Gilda: “Noi siamo…amiche di nascosto”

Uomini in scatola

Olivia: “Ok. Tonniamolo!”


  1. laura caputo
    6 dicembre 2013 a 17:08 | #1

    Buongiorno! Sono capitata qui per caso, perché cercavo di capire se ci sono regole per scrivere una sceneggiatura (non so farlo, non l’ho mai fatto, qualcuno pretende che lo faccia visto che ho scritto i romanzi dai quali nascerà – forse – un film). Non le ho trovate, ma ci ho ugualmente passato alcune ore. Ricco di aiuto per chiunque tenga una penna – pardon, un pc – un mano, ma anche dallo stile agile e dunque di gradevole lettura.
    Mille grazie e, se per caso qualcuno potesse aiutarmi, diecimila.

E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.